Evviva gli sposi

  • Published in
  • Written by  Lady Orny

 

Lady Orny

Due chiacchiere sul bon ton

 

Evviva gli sposi!!!......

 

Matrimonio è bello. In chiesa, in municipio, in città, in campagna, omo, etero, non importa come. La ritualizazzione ufficiale dell’unione tra due persone che si amano e lo vogliono gridare al mondo intero, merita una gran festa: tanti fiori, per aria , per terra, lungo il red carpet. Musiche solenni ( Packebel, Wagner ) o festose ( Schubert ), attese, chicchi di riso come una pioggia di perle inondate dal sole, campane a distesa. E tanta gente, amici, nemici, gelosi, invidiosi, non importa. Purché siano tanti, allegri e eccitati, eleganti, profumati, emozionati, cappelli a larghe falde , qualche cilindro, veli di chiffon al vento e colori, colori, colori…. Che sia l’immagine di Pippa Middleton col suo regale abito bianco e il suo lui in scuro, in un turbinìo di piccoli principi, o dell’on. Ivan Scalfarotto, radioso in tight, accanto al suo lui anch’egli radioso, rigorosamente in scuro. Ai miei tempi andava di gran moda il matrimonio minimal, chiesetta di campagna solitaria, h 6 del mattino, solo genitori e testimoni, poi via per la luna di miele in grande anonimato. In Europa la nostra generazione ha avuto l’occasione – unica nella storia - di vivere per un settantennio in un mondo senza guerre, ricco o quantomeno agiato, in cui magari non lo sapevamo, ma avevamo tutto : amore, casa, speranze, progetti, futuro . Perciò ci si poteva concedere il lusso di snobbare i riti matusa, e di girare in jeans sdruciti e cenci vari , genere hippy : era un gioco protetto, con le spalle al sicuro. Oggi in cui il mondo è povero, ed è in guerra globale anche se non dichiarata. Oggi in cui l’odio gira per le strade in pullman, ma anche a piedi, anche da solo e accoltella chi passa, e con lui, ogni progetto di futuro e di speranza. Questo oggi ha più che mai bisogno di favole, illusioni, bellezza : insomma festa. Anche solo per un giorno.

 

 

 

Login to post comments

Log In or Register