Dicture Gallery - Soraya Doolbaz

  • Published in
  • Written by  Paola Penelope

Soraya Doolbaz, è una fotografa canadese di origini iraniane specializzata in fotografie particolari. Lei le chiama appunto dicture (dick/cazzo e pictures/foto).

Un nome più appropriato non poteva trovarlo: i soggetti ritratti, infatti, sono sempre dei peni ma rigorosamente abbigliati che danno vita a veri e propri personaggi.

Come spiega personalmente sul suo sito, l’idea è nata proprio nel periodo in cui "non aveva un pene tra le mani" e i suoi "amici di mutanda" le inviavano foto dei genitali. Colpita dal fatto che le foto, alla lunga, fossero sempre le stesse, decise di restituire una dignità estetica al cazzo. Il colpo di genio le venne per caso, guardando una vetrina di bambole.

L’intento di Soraya è, in parole povere, sdoganare il pene, che a differenza di seni e sederi viene ancora censurato. L’artista è convinta che quasi tutte le donne e la totalità dei maschi omosessuali adorino il pene, e che quindi non abbia senso nasconderlo.

Da oggi chiederò ai miei amanti d'inviare foto del proprio pene, solo se accessoriato.

NB: chi volesse mandarmi una foto di un domatore di leonesse, può chiedere il mio numero a Stefano.

Login to post comments

Log In or Register