La truccoterapia

  • Published in
  • Published in News

Quando anni fa, in un mio momento di riflessione professionale, mi chiesi perchè avevo scelto un lavoro che agli occhi di tutti potesse sembrare futile - e nella mia personale ricerca confesso di averlo visto anch'io qualche volta futile, leggero e troppo esteriore -, mi resi conto che così non era, in particolare quando ho valutato che ogni donna mi permetteva di poterla vedere struccata, dandomi così una confidenza tale da riconoscere la vita senza una facciata e senza maschere.



Di conseguenza ne veniva fuori quella che io definirei una “Potente fragilità”, ed è proprio da quella fragilità che ogni donna trae un punto di forza; da lì sono nati quelli che io considero i mille volti di ogni donna dove nulla può essere messo in atto se non viene richiesto, perchè scoprire se stessi è un lavoro che deve essere fatto attraverso un lungo percorso, un percorso di scoperta che il viso ci racconta attraverso geometrie, profondità e dettagli. Insomma, una vera e propria cura alla ricerca di se stessi e alla ricerca del rapporto con gli altri



Trucco letteralmente vuol dire illusione, ma non con accezione negativa, anzi, nel senso adatto a nascondere quel senso di fragilità che può diventare un punto di forza. Conoscere la tecnica del make up - e per conoscere non intendo studiare tutte le tecniche, ma studiare la propria tecnica per mettere in risalto i punti di forza di un viso - è da considerarsi una vera e propria cura.



Da qui nasce il concetto di “Truccoterapia”, nient'altro che un vero e proprio percorso da svolgere con un programma studiato. Guardare la propria immagine riflessa allo specchio non è sufficiente per arrivare ad essere autocritici; l'immagine riflessa, infatti, viene tradotta dal nostro cervello in modo bonario, ma per imparare a guardarsi profondamente bisogna farsi una fotografia e riguardarla con attenzione, come se fossimo degli estranei a noi stessi.

Questo è il vero inizio di un viaggio attraverso una conoscenza profonda che ha come mezzo principale il gioco. Questo viaggio, comunque, non deve assolutamente essere messo in atto da soli, ma bisogna essere aiutati da una consulente nel quale riponiamo tutta la nostra fiducia che ci insegna e ci accompagna a vivere il make up come un accessorio comportamentale.



Quando non ci sentiamo a nostro agio spesso decidiamo di tagliarci i capelli, acquistiamo un nuovo abito, ci stordiamo guardando un film o facendo una vacanza, ma la vera ricerca della realtà è quella di poter indossare una maschera invisibile che non è un accessorio da considerare esterno, bensì uno degli altri 1000 volti che ci appartengono.

Tutorial - Trucco Lifting

  • Published in
  • Published in Tutorial

Un make-up “ad arte” può davvero farti dimostrare 10 anni in meno regalando subito un aspetto più giovane. Si tratta di un vero e proprio trucco correttivo che, sono sicuro, vi comporterà dei benefici psico-fisici e aumenterà il vostro grado di autostima. Il consiglio che do sempre alle mie clienti è quello di imparare a essere obiettive con se stesse, ma non eccessivamente autocritiche. Quello che può apparire esclusivamente come un difetto, se ben curato, può tramutarsi in un pregio.

Imparate a guardare il vostro viso nella sua globalità, cercate di riconoscere che “i segni del tempo” appartengono a un vostro vissuto da accettare, e provate a mimetizzarli, non a coprirli.

Questo è il vero segreto! Il trucco lifting vi aiuterà ad assumere un’espressione più sorridente e renderà il vostro volto raggiante e luminoso.

La donna che vi propongo ha 52 anni, presenta dei leggeri segni di couperose, ha una pelle sottile e trasparente, una palpebra leggermente infossata.

Interverrò curando con attenzione le sue sopracciglia, alzerò lo sguardo e bilancerò il colore del suo incarnato. Questo tipo di trucco è adatto a tutte le donne, in particolar modo a quelle che hanno lo sguardo rivolto verso il basso e che riscontrano dei rilassamenti in tutto il perimetro del viso.


È fondamentale correggere le sopracciglia depilandole. Evitate che la depilazione sia troppo invasiva, togliete gli eccessi e create un angolo morbido, utilizzate una pinzetta nel verso del pelo e tiratela in modo deciso.

Controllate la lunghezza del pelo, pettinatele con uno scovolino dal basso verso l'alto e togliete gli eccessi con una forbicina appuntita. Se volete potete utilizzare una lama specifica per sopracciglia per togliere la peluria sottile che vi creerà dei problemi durante l'applicazione degli ombretti e dei fondotinta. Prima di iniziare il makeup utilizzate un righello per controllare la diagonale della parte finale delle sopracciglia, che deve essere più alta dell'inizio.

Applicate un correttore chiaro nella parte finale della palpebra superiore e stendetelo con un pennello, quindi sfumatelo. Vi aiuterà ad allargare la zona tra la palpebra superiore e quella inferiore.


Con un pennello, passate un correttore “aranciato” nella parte più scura della palpebra inferiore. Un gesto che aiuta a correggere una zona troppo scavata e a distanziare lo sguardo. Poi sfumate tutto con una spugnetta di lattice.

Applicate il correttore anche sulla palpebra mobile per corregge le discromie.


Scegliete un fondotinta fluido, di colore simile al vostro incarnato, e stendetelo con un pennello sintetico, applicandolo su tutto il viso, comprese palpebre e labbra.  


Applicate una matita correttiva per definire la linea delle sopracciglia.


Passate un velo di fondotinta in polvere con un pennello in setole naturali.


Con una matita nera create una linea all'attaccatura delle ciglia della palpebra superiore, fino a 3/4 dell'occhio, e salite creando un triangolo. Poi sfumatela con un pennellino verso l'interno.  


Rafforzate la sfumatura con un eyeliner nero.  


Applicate un mascara sempre di colore nero sulle ciglia della palpebra superiore, insistendo nella parte centrale dell’occhio.  


Con un pennello tondo e morbido, stendete un ombretto chiaro all'attaccatura dell'osso della palpebra superiore. Sfumate anche la palpebra inferiore con un ombretto aranciato.


Applicate l'eyliner nero infracigliare anche sulla palpebra inferiore.

Sfumate con un ombretto dai toni caldi.


Utilizzate una matita chiara correttiva all'interno dell'occhio: questa importante operazione vi aiuterà a enfatizzare tutto lo sguardo.  



Con una matita color carne, colorate le labbra. Ridefinite il contorno con una matita correttiva nell'angolo esterno, seguendo la stessa inclinazione dell'occhio e sfumatela con un cotton-fioc per togliere gli eccessi. Illuminate la bocca con un gloss color carne.



Applicate un fard aranciato sullo zigomo, seguendo scrupolosamente la linea dell'occhio, fino ad arrivare all'attaccatura dei capelli. Utilizzate un righello per controllare se siete riuscite a rispettare le diagonali. Per verificare il successo della vostra operazione, controllate che la diagonale delle labbra corrisponda a quella dello zigomo  




 

Risultato finale Il successo di quest’operazione sarà l’esaltazione del viso femminile in tutta la sua bellezza. Otterrete un volto assolutamente naturale e luminoso, assai lontano da artifici e costruzioni che tenderebbero ad appesantirlo.

La bellezza si legge con uno sguardo, ma si costruisce con l’esercizio.  

 

Foto by Ripari Young Group

Smokey eyes

  • Published in
  • Published in Tutorial

Un trucco adatto a tutte le esigenze e a tutte voi che amate l'intramontabile Smokey eyes. Un insieme di tecniche che compongono un effetto correttivo e intenso, adatto a tutti i momenti.Un classico di sempre, arricchito di un punto luce che lo rende più soft e più languido, senza penalizzare l'effetto dark dello smokey classico. Non esiste un trucco adatto a tutte le situazioni, il make up è un viaggio verso la personalità, nelle parti più nascoste dell'interpretazione dei vostri lineamenti, che accompagnano le emozioni.Il trucco è la parte fondamentale di una donna che ama coccolarsi e vivere la giornata da protagonista

Subscribe to this RSS feed

Log In or Register