Carlo Vanzina: le finte bionde | L'editoriale video di Stefano Bongarzone #1

  • Published in
  • Read: 38 times

Carlo Vanzina ed il film "Le finte bionde" raccontati nell'editoriale video di Stefano Bongarzone. Scopri di più!

► INSTAGRAM: https://www.instagram.com/stefano.bongarzone 
► FACEBOOK: https://www.facebook.com/bongarzoneconcept
► TWITTER: https://twitter.com/stefbongarzone

SCOPRI I VIDEO DI STEFANO BONGARZONE: https://goo.gl/b45h5Q

STEFANO BONGARZONE: CHI SONO.

Un operaio del mio lavoro. Non smetto mai di lavorare perché il mio lavoro è nella mia vita. Amo l’armonia in tutto, compreso il settore estetico. Soffro quando mi sento nel “brutto”, perché penso basti poco per far diventare le cose belle. Ho dedicato la mia vita alle donne e ne sono felice, vorrei continuare a farlo per molto tempo ancora. Ci metto la faccia, dico quello che penso e me ne prendo la responsabilità. Originale, creativo ma con i piedi per terra. Sono affascinato da tutto ciò che si crea con le mani, ma le mani sono gestite dal cervello (...) Non ho mai avuto idoli ma stimo molte persone. Ho lavorato tanto ma vorrei fare molto di più.

Scopri BLOGARZONE, il magazine online di Stefano Bongarzone in cui troverai tutto su make up, tutorial, wedding, news e tanto altro: http://www.blogarzone.it/

Vieni a trovarci allo "Studio Bongarzone":
Indirizzo: Via Agri 26 - 00199 Roma
Tel: 06 884 5386
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito web: http://www.stefanobongarzone.it/ 

Raffaella Carrà in mostra a Roma: storia di un'icona senza tempo

  • Published in
  • Read: 565 times

L'ombelico più famoso al mondo? Passa il tempo ma è sempre il suo. Perchè anche se ora è naturale vedere ragazze per strada con il ventre scoperto, 50 anni fa il pensiero comune era totalmente diverso, e per una donna non era “appropriato” scoprire in modo così arrogante una parte del corpo. Ma lei, che ha fatto davvero la storia della televisione italiana, lo ha sempre sfoggiato con grande orgoglio e senza guardare in faccia a nessuno. E direi che ha fatto bene.

          


Di chi stiamo parlando? Ovviamente della mitica
Raffaella Carrà!

Non solo un'artista a 360°, ma una vera e propria icona di stile che con le sue canzoni ed i suoi spettacoli ha accompagnato intere generazioni di ragazzi e non, portando nel piccolo schermo un concetto di show girl che nessuno potrà eguagliare.

      

Per celebrare questo vero e proprio mito, che ha compiuto da poco 75 anni, proprio in questi giorni a Roma è presente la mostra dal titolo “Iconoclasti -
lo stile di Raffaella Carrà nell’opera di costumisti e stilisti”, in cui è possibile vedere da vicino abiti, oggetti e foto che raccontano tutta la carriera di questa show woman che con le sue canzoni e la sua carica ha girato il mondo.

           

Tanti forse non lo sanno, ma la mostra è stata proposta durante la settimana di AltaRoma, e questo non è un fatto di poco conto; è la prima volta che la rassegna di alta moda della capitale rende omaggio ad un personaggio televisivo come Raffaella Carrà, grazie anche alla collaborazione di alcuni costumisti che l'hanno vestita e seguita durante i suoi show come Luca Sabatelli, Corrado Colabucci, Gabriele Mayer, Gabriella Pera.

La mostra, organizzata a Cinecittà da Fabiana Giacomotti, specialista di costume televisivo, autrice e direttore scientifico del Master in Teoria e Strategie della Moda all’Università La Sapienza di Roma, ospita più di 40 abiti dell'artista e racconta una vera e propria epoca di programmi tv che tutti ricordano.

            

Raffaella Maria Roberta Pelloni, questo il vero nome della nostra Raffaella Carrà, viene quindi raccontata attraverso 40 abiti scelti tra i 400 che ha indossato, portando così grandi nomi della moda come Renato Balestra, Greta Boldini, Luigi Borbone, Mario Dice, Antonio Grimaldi, Giuseppe di Morabito, Guillermo Mariotto per Gattinoni, Leitmotiv, Fausto Puglisi, Marco Rambaldi, Francesco Scognamiglio, Daizy Shely.



Durante la visita si nota, inoltre ,l'accuratezza con cui sono state scelte le foto ed i video, attentamente selezionati dall'archivio di Rai Teche, mostrando anche i bozzetti degli anni '70 che raccontano il modo in cui è nata l'icona e, soprattutto, il personaggio Carrà.
 
              

Insomma, siete curiosi di saperne di più? Vi consigliamo di vederla di persona!

La mostra sullo stile di Raffaella Carrà è a Roma d
al 29 giugno al 15 luglio al Teatro 1 di Cinecittà, in via Tuscolana 1055.

Subscribe to this RSS feed

Log In or Register