Sanremo 2016

  • Published in
  • Published in News

Tutto pronto per la 1° serata dell'attesissimo Festival di Sanremo.

Nero Liquirizia

  • Published in
  • Published in News

Il tempo di una liquirizia per affascinare la mente di Stefano.

Quando si dice liquirizia è impossibile non pensare ad Amarelli, l'azienda che affonda le sue radici a Rossano di Calabria dal 1731, la terra in cui cresce la liquirizia migliore al mondo.

Margherita racconta del suo staff "al femminile" e del ruolo fondamentale che le donne ricoprono nelle aziende a conduzione familiare in questo momento storico.
Ci spiega inoltre come alcune delle decisioni vincenti che hanno portato Amarelli al successo siano state prese proprio dalle meravigliose donne di questa impresa, non ultima la scelta di riproporre la scatola in latta con immagini vintage ed evocative che subito ci portano alla memoria il tintinnio dei magici granellini neri nella tasca del nonno.

 
 
Alcune sinergie, secondo Stefano Bongarzone, nascono dal dialogo, e quando il dialogo è  al femminile non può che essere un successo.
Stefano Bongarzone ama la donna che fa del suo lavoro una missione, la donna che opera con religione e progettualità.
L'incontro con Margherita per Stefano è stato coinvolgente, perché in lei ha riscontrato una femminilità pratica, decisa, corretta e "simpatica".
Margherita è una donna che guarda avanti senza dimenticare l'importanza di ciò che è dietro di lei, facendone un tesoro ricco e ben strutturato, una donna che si avvale di collaborazioni, che si mette in gioco, una donna di un'eleganza minimalista e con gli occhi vivaci, che affascina Stefano e stimola la sua mente creando immediate possibilità creative.
L'incontro nasce dal volere di un'amica comune, un'amica generosa che crede nelle sinergie senza competizione.
Ecco appunto la possibilità di aprire futuri progetti, legati al piacere, alle esigenze della mente, e ai piccoli grandi lussi, quelli che alimentano il desiderio.
Per ora vi racconto quello che ho visto e sentito attraverso il racconto di una donna che vive l'azienda come una famiglia.

E poi a presto, il piacere di raccontarvi cosa è scaturito da questo incontro.

La "Divina marchesa" di Giada Curti

  • Published in
  • Published in Style

Dopo l’appuntamento romano, la stilista è pronta per portare la sua nuova collezione in tournée

 

Dubai, Abu Dhabi, Doha, Pechino, sono le metropoli che aspettano di vedere la collezione di Giada Curti S/S 2016 subito dopo la presentazione sulle passerelle di AltaRomAltaModa.

Una tournée impegnativa, intrapresa come sempre dalla stilista insieme alla sua inseparabile famiglia che ha il record di avere la più giovane modella d’Italia: sua figlia Azzurra.
Giada, bella e dinamica, è il mito del made in Italy d’avanguardia con la sua magia di unire passione per la moda e family life. Riesce mirabilmente a fare un unicum con il mondo sofisticato e complesso del fashion system internazionale.
Un modello esemplare dello stile di vita italiano che tutti invidiano al nostro Paese.
Significativa l’ispirazione della sua collezione a quel particolare momento tra la fine dell’Art Nouveau e i dettami futuristi, interpretato con ansia rivoluzionaria ai primi del Novecento dalla Marchesa Luisa Casati. Amica di Cocteau, musa di Boldini, grande amore di D’Annunzio.
Stile dark-lady eleganza internazionale nei ventuno capi magistralmente lavorati: impeccabili tagli couture, vestaglie trasparenti, veli, sete, aristocratici pizzi. Nodi e giochi di grande effetto con cordoncini che si intrecciano sul collo e sulle spalle degli abiti. Ponchos delicati e impalpabili nei colori ispirati alla primavera. La palette decisamente chic è una ventata di freschezza che spazia da delicate nuance di viola, al verde brillante, all’arancio, al bianco e nero, al bianco assoluto, al total black.
Applausi per la sposa bicolore in corpino di pizzo nero su gonna a corolla bianca ispirato ad un abito di gala della Divina Marchesa.

Mariella Valdiserri

 

curti DSC 1810

 

curti DSC 1842

curti DSC 1914

curti DSC 1922

curti DSC 1937

Foto by Carlo Tosti

curti DSC 1969

Foto by Carlo Tosti

Cate Blanchett

  • Published in
  • Published in Style

Una delle Dive più sofisticate del cinema internazionale, di una bellezza senza tempo, classica, irregolare e trasgressiva allo stesso tempo

Subscribe to this RSS feed

Log In or Register