Nasomatto, la linea di profumi che stimola i sensi

  • Published in
  • Published in Profumi

La genialità non si crea, non si può imparare e neanche studiare, ma la si può riconoscere, in qualsiasi campo. E, in alcuni casi, la si può “sentire”, nel corpo e nella mente. Perchè le fragranze, ad esempio, non si annusano e basta, ma si vivono, e questo lo abbiamo capito bene grazie al nostro amico e naso profumiere Enrico Buccella.

Oggi, a tal proposito, parleremo di un brand di nicchia che ha deciso da subito di uscire dai canoni comuni della profumeria, questo grazie soprattutto al “The Nose” Alessandro Gualtieri, alias Nasomatto, un artista controverso che dopo 18 anni di esperienza internazionale ha fatto della sua arte il suo lavoro.

Nasomatto è composto una serie di fragranze dalle note segrete che in poco tempo hanno conquistato il mondo realizzati solo con materie prime di altissime qualità e caratterizzate da una caratteristica non facile da trovare: la persistenza.

Dopo averle provate in prima persona, oggi ve le racconto:

1. Absinth Nasomatto, una fragranza a base di assenzio che rievoca uno stato d'animo irrequieto, frenetico, quasi tendente all'isterico. Una profumazione legnosa che rievoca la terra e l'inverno lasciando sulla pelle un'idea di selvatico ed agrodolce.



2. Black Afgano Nasomatto, un profumo inebriante che ti trasporta subito nelle magie dell' oriente, una concentrazione delle migliori qualità di Hashisc esistenti che porta ad un risultato unico e mai sentito fino ad ora.



3. China White Nasomatto, il cui nome nasce da un tipo di eroina tipica degli anni 80, si basa sulla forza della fragilità, concetto racchiuso anche nel particolare tappo bianco che risulta quasi impalpabile.



4. Duro Nasomatto è la fragranza dedicata all'uomo e alla sua virilità, un profumo dai toni legnosi che vuole ricordare l'odoro dell'inguine e, per essere precisi, un rapporto sessuale.



5. Hindu Grass Nasomatto, il profumo della bontà che vuole evocare un solo sentimento: l'amore.


6. Narcotic Venus Nasomatto è una fragranza dalle note tropicali ispirato alla doppia natura della bellezza che colpisce in senso buono, sì, ma spesso immobilizza, destabilizza e talvolta ha un effetto narcotizzante.




7. Nuda Nasomatto è una vera e propria provocazione olfattiva realizzata nello stesso periodo di duro, un viaggio nell'universo femminile alla scoperta di tutto ciò che è sensualità e nudità.




8. Pardon Nasomatto di discosta leggermente dal progetto solito di Nasomatto, una fragranza più dolce e gentile che ha come obiettivo esaltare il fascino e la classe dell'uomo.



9. Silver Musk Nasomatto è freschezza, giovinezza, leggerezza, una fragranza che dà la sensazione di pulito e ricorda l'odore vivace della pelle.

10. Baraonda Nasomatto è una sorpresa della linea, una fragranza che promette di stravolgere la vostra vita ma che, in realtà, si presenta con una profumazione leggera e sottile.




11. Blamage Nasomatto è stato creato da Alessandro Gualtieri in un modo assolutamente particolare: ha scelto 4 ingredienti (segreti), li ha miscelati tra loro e li ha lavorati fino ad ottenere una profumazione agrumata e speziata.



12. Nudiflorum Nasomatto, una fragranza nel cui nome è già racchiuso tutto, un'esplicita allusione sessuale per un profumo innovativo che, però, rimanda al vintage ed al classico.



Dove trovare la linea di profumi Nasomatto?

L'intera linea di profumi di Alessandro Gualtieri è disponibile presso il salone Bongarzone, in via Agri 26 a Roma.

Humbra presenta le sue nuove creazioni: Cortès e Terra Cruda

  • Published in
  • Published in Profumi

Settembre è sempre un mese di cambiamenti, di riflessioni e soprattutto di novità, e questo riguarda davvero tutti gli ambienti. Perchè ci sono dei momenti dell'anno che inevitabilmente portano a pensare, ad inventare, a ricercare nuovi stimoli per cominciare al meglio “l'anno nuovo”.

In questo discorso rientra ovviamente anche il mondo dei profumi, un settore che da sempre ci
affascina e di cui abbiamo parlato a lungo col naso Enrico Buccella, svelando tutti i segreti di un profumiere.

È un piacere per noi, quindi, presentare le nuovissime creazioni del maestro Buccella per Humbra che ha chiamato Cortès e Terra Cruda. E lo facciamo proprio attraverso le sue parole:

Hernán Cortés, condottiero spagnolo, nel ‘500 giunse per primo in Messico, 
nello Yucatan. Qui venne a contatto con la popolazione Maya e, successivamente con gli Aztechi, con la loro cultura e le loro usanze. Tra queste l’utilizzo del cacao cui gli indigeni attribuivano valore mistico e religioso. Una volta macinato, veniva consumato come bevanda cui spesso aggiungevano la vaniglia per variare il gusto. Ma c’è di più, Cortés giunse nello Yucatan provenendo da Cuba dove i locali avevano l’abitudine del fumo e scoprì che gli aztechi erano anch’essi abituali fumatori e spesso miscelavano foglie di vegetali con foglie di cacao.
Questa storia diventa un profumo dalla forte connotazione di cacao in foglie, semi e polvere, mitigata dalla vaniglia ed arricchita dalle note fumose di tabacco.



Terra Cruda, invece, ricorda il profumo della terra, del legno, delle radici. Mi capita spesso, abitando in collina, di affacciarmi all’alba e sentire tutti gli odori che l’aria umida ti porta 
al naso. La terra che si è presa il meritato riposo notturno comincia ad emanare il suo profumo fatto di concreta umidità, del legno degli alberi e delle loro radici, della paglia e del fieno. Mi vengono alla mente le antiche costruzioni in terra cruda presenti ancora nelle nostre campagne. Un profumo primitivo, arcaico, 
che, seppur provocato dall’aria umida diventa secco e legnoso”.



Tutto ciò, inoltre, è realizzato, racchiuso e trasportato con materiali riciclabili e a basso impatto ambientale, in modo tale da salvaguardare la natura, che dà la vita a queste fragranze, e garantire il rispetto che merita al nostro mondo.


Per qualsiasi informazione vi invitiamo a contattare direttamente il maestro Enrico Buccella:

Sito web: http://www.humbra.it/


Profumi e persistenza | Intervista ad Enrico Buccella #4

  • Published in
  • Published in Profumi

Grazie alla disponibilità ed esperienza di Enrico Buccella, abbiamo scoperto come si diventa naso profumiere, come nasce una fragranza e dove il profumiere trova l'ispirazione per le sue creazioni.

Oggi la domanda è più personale, quasi psicologica, perchè non è mai facile capire i gusti di chi si ha davanti, ma spesso è necessario sforzarsi per arrivarci anche solo vicino.

- Ognuno di noi prova sensazioni diverse quando sente un profumo, creando anche opinioni molto discordanti; come riesci a capire qual è la fragranza perfetta per una determinata persona?

- Cari Angelo e Stefano, partiamo subito da un presupposto: la persistenza.

In tutti questi anni non c’è stato cliente che non mi abbia detto: ”Mi rivolgo a lei perché desidero una fragranza persistente, che si senta per tutto il giorno”.

Poiché anch’io ho sempre valutato poco quei profumi commerciali particolarmente evanescenti e non duraturi, ho fatto della persistenza una (passatemi il termine) ragione di vita.

Attraverso anni di studi ho capito che non è sufficiente alzare il livello di concentrazione per rendere la creazione più duratura ma, piuttosto, lavorare sulla sinergia tra più elementi.

Nel successivo avanzamento ho cercato applicazioni sempre più tecniche e specifiche.

Ho chiamato un mio brand CERCHI NELL’ACQUA perché il nome è l’esempio più semplice per capire un principio della meccanica quantistica che spiega il fenomeno ondulatorio e l’irradiamento delle particelle.

Molto semplicemente: un sasso gettato in acqua provoca il movimento della stessa attraverso onde suscitate da ulteriori movimenti verticali delle particelle che la formano. (come la hola allo stadio!) In caso contrario basterebbero pochi sassi per svuotare uno stagno.

L’elettrone (assieme al protone ed al neurone) forma l’atomo. Un insieme di atomi forma la molecola.

All’elettrone sono permesse ben definite orbite e non infinite, questo condiziona la molecola.

Una determinata sostanza è composta da molecole.

Una formula ben congegnata darà alle sostanze che la compongono uno sviluppo ordinato (per l’appunto perpendicolare alla superficie irrorata) .Questo determina la notevole persistenza dei miei profumi .

Stabilito che la persistenza influenza la scelta per oltre il 40%, c’è da dire che molti si innamorano della storia e dell’ispirazione della fragranza, oltre che della costruzione.

In ogni caso per me è importante stabilire un contatto. Devo sapere se la persona è stanca del suo profumo, se ama cambiarlo spesso, l’età, lo stile di vita, la famiglia olfattiva che predilige. Fondamentale sarà la prova sulla pelle dell’interessato.

Un profumo molto concentrato, contenendo meno alcool, evaporerà più lentamente di un altro che ne contiene di più, quindi va sentito con calma sul dorso della mano per svilupparsi con il calore corporeo.

Succede spessissimo con le mie fragranze che un cliente torni ad acquistarle dopo qualche ora, ma poi sarà per sempre.

In effetti è raro che si abbandonino le mie creazioni.

Appuntamento al prossimo appuntamento con Enrico Buccella!

La Collezione degli Estratti " PERRIS MONTECARLO"

  • Published in
  • Published in News

 

La Collezione degli estratti

Perris Monte Carlo

 

Entra nelle collezioni scelte da Stefano Bongarzone la collezione degli estratti di Perris Monte Carlo.

Sei fragranze in estratto legate alla linea black collection di Perris già presenti nel Beauty Concept di Stefano Bongarzone.

Dopo il successo realizzato con materie prime d'eccezione “Perris” si concentra nella formula extrait per avere il massimo della resa olfattiva.

Senza essere aggressive delle cou de profum, L'estratto pur partendo in modo più armonioso garantisce una tenuta nel tempo assai maggiore e una volatizzazione ottimale delle note fin dai primi minuti grazie all'alta concentrazione di profumi.

 

OUD IMPERIAL

L'apertura della fragranza è più sottile, con una nota incessata più mordita; L'oud naturale e di qualità più preziosa ed è dosato al doppiodella concentrazione della formula iniziale

ROSE DE TAIF

Più ricco di olio essenziale di rosa di Taif e di assoluta di rosa Damascena, L'estratto rinuncia all' exploit inziale di note verdi e agrumate in favore di un'apertura più morbida. Già dai primi instanti ci si sente immersi in un giardino di rose, un'esperienza che continua per tutta la durata del profumo sulal pelle.

PATCHOULI NOSY BE

La materia prima d'eccellenza, il Patchouli proveniente da Nosy Be, trova la dimensione perfetta:

l'alta concentrazione permette di goderne le caratteristiche uniche come mai prima d'ora.

 

YLANG YLANG NOSY BE

Ylang Ylang naturale trova ancora più spazio, in uno sposalizio perfetto tra olio essenziale Extra e la più preziosa assoluta di Gelsomino.

 

ABSOLUE D'OSMANTHE

L'estratto è piu raffinato, elegante lussuoso; combina con magnificenza e nobiltà la rose pétale all'Osmanto. Così si afferma ancora di più il suo carattere sensuale ad audace.

 

SANTAL DU PACIFIQUE

Un profumo ipnotico e misterioso le cui note calde di bosco, cremose vellutate sviluppano un carattere caloroso e avvolgente. L'irone naturale accentua questo lato misterioso, inebriante e soave.

 

B-Black Friday

  • Published in
  • Published in News

Il B-Black Friday di Stefano Bongarzone quest'anno dura 6 venerdì (25 novembre, 2-9-16-23-30 dicembre 2016). Acquista i tuoi trattamenti con lo sconto del 20% cliccando sul link sottostante, prenotali chiamando al n° 068845386 e usufruiscine il martedì, mercoledì e giovedì.
Clicca sul seguente link e gioca con il tuo acquisto

BONGARZONE SHOP

Flora - Laboratori di Natura

  • Published in
  • Published in Partner


Siamo entusiasti di presentare l'azienda Flora sul nostro blog, dopo aver testato alcuni dei loro prodotti ed esserci appasionati alla filosofia con cui sono concepiti.

Subscribe to this RSS feed

Log In or Register