Nasomatto, la linea di profumi che stimola i sensi

  • Published in
  • Published in Profumi

La genialità non si crea, non si può imparare e neanche studiare, ma la si può riconoscere, in qualsiasi campo. E, in alcuni casi, la si può “sentire”, nel corpo e nella mente. Perchè le fragranze, ad esempio, non si annusano e basta, ma si vivono, e questo lo abbiamo capito bene grazie al nostro amico e naso profumiere Enrico Buccella.

Oggi, a tal proposito, parleremo di un brand di nicchia che ha deciso da subito di uscire dai canoni comuni della profumeria, questo grazie soprattutto al “The Nose” Alessandro Gualtieri, alias Nasomatto, un artista controverso che dopo 18 anni di esperienza internazionale ha fatto della sua arte il suo lavoro.

Nasomatto è composto una serie di fragranze dalle note segrete che in poco tempo hanno conquistato il mondo realizzati solo con materie prime di altissime qualità e caratterizzate da una caratteristica non facile da trovare: la persistenza.

Dopo averle provate in prima persona, oggi ve le racconto:

1. Absinth Nasomatto, una fragranza a base di assenzio che rievoca uno stato d'animo irrequieto, frenetico, quasi tendente all'isterico. Una profumazione legnosa che rievoca la terra e l'inverno lasciando sulla pelle un'idea di selvatico ed agrodolce.



2. Black Afgano Nasomatto, un profumo inebriante che ti trasporta subito nelle magie dell' oriente, una concentrazione delle migliori qualità di Hashisc esistenti che porta ad un risultato unico e mai sentito fino ad ora.



3. China White Nasomatto, il cui nome nasce da un tipo di eroina tipica degli anni 80, si basa sulla forza della fragilità, concetto racchiuso anche nel particolare tappo bianco che risulta quasi impalpabile.



4. Duro Nasomatto è la fragranza dedicata all'uomo e alla sua virilità, un profumo dai toni legnosi che vuole ricordare l'odoro dell'inguine e, per essere precisi, un rapporto sessuale.



5. Hindu Grass Nasomatto, il profumo della bontà che vuole evocare un solo sentimento: l'amore.


6. Narcotic Venus Nasomatto è una fragranza dalle note tropicali ispirato alla doppia natura della bellezza che colpisce in senso buono, sì, ma spesso immobilizza, destabilizza e talvolta ha un effetto narcotizzante.




7. Nuda Nasomatto è una vera e propria provocazione olfattiva realizzata nello stesso periodo di duro, un viaggio nell'universo femminile alla scoperta di tutto ciò che è sensualità e nudità.




8. Pardon Nasomatto di discosta leggermente dal progetto solito di Nasomatto, una fragranza più dolce e gentile che ha come obiettivo esaltare il fascino e la classe dell'uomo.



9. Silver Musk Nasomatto è freschezza, giovinezza, leggerezza, una fragranza che dà la sensazione di pulito e ricorda l'odore vivace della pelle.

10. Baraonda Nasomatto è una sorpresa della linea, una fragranza che promette di stravolgere la vostra vita ma che, in realtà, si presenta con una profumazione leggera e sottile.




11. Blamage Nasomatto è stato creato da Alessandro Gualtieri in un modo assolutamente particolare: ha scelto 4 ingredienti (segreti), li ha miscelati tra loro e li ha lavorati fino ad ottenere una profumazione agrumata e speziata.



12. Nudiflorum Nasomatto, una fragranza nel cui nome è già racchiuso tutto, un'esplicita allusione sessuale per un profumo innovativo che, però, rimanda al vintage ed al classico.



Dove trovare la linea di profumi Nasomatto?

L'intera linea di profumi di Alessandro Gualtieri è disponibile presso il salone Bongarzone, in via Agri 26 a Roma.

La Collezione degli Estratti " PERRIS MONTECARLO"

  • Published in
  • Published in News

 

La Collezione degli estratti

Perris Monte Carlo

 

Entra nelle collezioni scelte da Stefano Bongarzone la collezione degli estratti di Perris Monte Carlo.

Sei fragranze in estratto legate alla linea black collection di Perris già presenti nel Beauty Concept di Stefano Bongarzone.

Dopo il successo realizzato con materie prime d'eccezione “Perris” si concentra nella formula extrait per avere il massimo della resa olfattiva.

Senza essere aggressive delle cou de profum, L'estratto pur partendo in modo più armonioso garantisce una tenuta nel tempo assai maggiore e una volatizzazione ottimale delle note fin dai primi minuti grazie all'alta concentrazione di profumi.

 

OUD IMPERIAL

L'apertura della fragranza è più sottile, con una nota incessata più mordita; L'oud naturale e di qualità più preziosa ed è dosato al doppiodella concentrazione della formula iniziale

ROSE DE TAIF

Più ricco di olio essenziale di rosa di Taif e di assoluta di rosa Damascena, L'estratto rinuncia all' exploit inziale di note verdi e agrumate in favore di un'apertura più morbida. Già dai primi instanti ci si sente immersi in un giardino di rose, un'esperienza che continua per tutta la durata del profumo sulal pelle.

PATCHOULI NOSY BE

La materia prima d'eccellenza, il Patchouli proveniente da Nosy Be, trova la dimensione perfetta:

l'alta concentrazione permette di goderne le caratteristiche uniche come mai prima d'ora.

 

YLANG YLANG NOSY BE

Ylang Ylang naturale trova ancora più spazio, in uno sposalizio perfetto tra olio essenziale Extra e la più preziosa assoluta di Gelsomino.

 

ABSOLUE D'OSMANTHE

L'estratto è piu raffinato, elegante lussuoso; combina con magnificenza e nobiltà la rose pétale all'Osmanto. Così si afferma ancora di più il suo carattere sensuale ad audace.

 

SANTAL DU PACIFIQUE

Un profumo ipnotico e misterioso le cui note calde di bosco, cremose vellutate sviluppano un carattere caloroso e avvolgente. L'irone naturale accentua questo lato misterioso, inebriante e soave.

 

30 Giugno - EXTRAVERGINE EXPLOSION

  • Published in
  • Published in Food Porn

Chi non conosce l’olio extravergine di oliva?

L’olio extravergine è uno degli alimenti più tipicamente mediterranei ed è da sempre presente sulla tavola degli italiani, che ne sono tra i più grandi consumatori al mondo. All’ampio consumo non corrisponde però una conoscenza altrettanto diffusa del prodotto, per cui il consumatore si trova spesso disorientato quando deve fare delle scelte di acquisto di olio evo per il suo uso personale e familiare.

Il sogno nel profumo

  • Published in
  • Published in Profumi

" Odori buoni o cattivi , questo non ha importanza , queste materie prime che utilizzo sono come delle parole e mi permetteranno di raccontare una storia "
( Jean Claude Ellena - "Naso" da Hermès )

Una scuola per "nasi"

  • Published in
  • Published in Profumi

Scoprire cosa c'è dietro un profumo. Un progetto di Françoise Daymard, per appassionati e professionisti 

Dopo Natale, il freddo... Il caminetto ci manda la sua sinfonia olfattiva perché per alimentarlo ci vuole della piccola legna, delle scorze, del licheni, delle pigne, erbe secche. Poi si strofina il fiammifero e... hop,  con il fumo l'odore sale.

Ecco l'origine della parola "profumo": "per fumum",  cioè "attraverso il fumo".

Per raggiungere lo spirito l'odore viaggia su delle immagini e dei suoni. Fabbricherà allora dei momenti indimenticabili che rinasceranno alla prima "madeleine" che passa...

Ci sono i profumi dei ricordi. Ma il profumo rimarrà per noi un prodotto astratto un po' ermetico, quasi barbaro, soltanto un mistero, senza la conoscenza dei fiori e dei loro oli essenziali, del procedimento per tirare fuori il loro meraviglioso aroma, senza la conoscenza delle materie prime naturali e di quelle sintetiche, senza la conoscenza delle resine e dei balsami che erano la base dei profumi da bruciare nell'antico Egitto. 

La storia e la conoscenza delle piante e delle molecole fa parte della cultura generale indispensabile a ogni profumiere, che impiega la terminologia del chimico e quella del botanico, anche se la parte scientifica necessaria non deve dominare la dimensione artistica del nostro mestiere.

Ecco che insieme a Stefano pensavamo di creare una scuola del profumo, dove professionisti e appassionati potrebbero attingere alle mille sfaccettature del mondo degli odori e cominciare a codificare questa professione ispirandosi all'organizzazione dei grandi sarti o grandi cuochi. Potremmo accordarci su una pratica comune d'insegnamento in una stessa etica che renderebbe i creatori più artisti e più responsabili del loro lavoro. 

Dateci suggerimenti. Noi intanto cominceremo a pensare a come proteggere l'istinto creatore dei giovani e dar loro attraverso un corso i mezzi per svilupparlo. 

Françoise Daymard

Subscribe to this RSS feed

Log In or Register