Collant da uomo! Genio o Follia?

  • Published in
  • Written by  Silvia Basimat

Ai più bigotti, forse, verrebbe da dire: “Hey, ma cosa sta succedendo? Addirittura i collant da uomo!! Che follia è mai questa?”

Innanzitutto non è affatto una novità! Già da tempo il trend dei mantyhose o guylons, ovvero dei collant da uomo è stato lanciato con successo e da un paio d’anni almeno i grossi marchi produttori di abbigliamento underwear si stanno sbizzarrendo nella ricerca di design e decorazioni accattivanti e ironici, di textures sensualissime, fantasie bizzarre o eleganti!

mantyhose

D’altronde non è una novità che l’ostentazione della virilità sia considerata da molti come qualcosa di ormai terribilmente desueto, se non addirittura formidabilmente out!

Quella dei mantyhose non è solo una banale smania di stupire o scandalizzare a tutti i costi, si tratta al contrario di un business molto fruttuoso ed in continua espansione (si parla di 6 miliardi di dollari l’anno).

La vera differenza rispetto a qualche anno fa è che ora tutto questo stia uscendo allo scoperto!

Da una parte gli uomini non si vergognano più come una volta di esprimere il loro lato femminile, ora che molte barriere culturali obsolete stanno crollando. Nonostante le polemiche, i sospetti e le diffidenze dei perbenisti, è ormai un dato di fatto assodato che l’uomo di oggi sia più aperto alla sperimentazione su di sé, alla ricerca e valorizzazione delle varie sfaccettature della sua personalità, e che tenda sempre più a svincolarsi dal (spesso falso) mito dell’uomo “macho”. Dall’altra...volete mettere la sensazione di morbido, setoso e scivoloso delle calze (magari di seta!) che, come una seconda pelle, ti avvolgono in una morbida carezza tutto il giorno, rispetto ai banali, scomodi e talora ridicoli calzini?

E poi....diciamola tutta: Questi collant da uomo sono davvero pazzeschi!

Sul mercato a partire dai primi anni 2000, hanno dato nuovo spazio alla creatività delle più grandi firme di lingerie, e non solo. Wolford, L'eggs, Lieberman & Sons, Gerbe, Cavallini, e molti altri noti marchi dell’intimo, producono ormai da tempo, linee di collant “per lui”.

mantyhose gerbe

Righine, vortici, pois, astrattismi, zig zag, gli intramontabili teschietti e tribali che giocano con l'effetto tattoo, in nylon dai 10 ai 60/70 denari, velate o super-coprenti, in seta, in microfibra, a compressione graduata...queste sono sono alcune delle svariate tipologie di collant da uomo. E sono tutti molto, ma molto, cool!

Se non bastasse sono anche incredibilmente pratici con la specifica ed imprescindibile apertura inguinale. Molti “fuori classe” ormai non possono più farne a meno.

Quando si tratta di collant, però, una domanda sorge spontanea!! Elemento principe di sensualità delle gambe femminili nell’immaginario collettivo, capace di affascinare al solo sguardo e di innescare inconfessati desideri di sensualità, ci si chiede quali occhi possano deliziare, quali brame accendere, quali sogni inesprimibili stimolare, se gli uomini ancora non portano, ahimè, (non nel quotidiano, quantomeno) né mini gonna, né tacchi da urlo?

La risposta è che, cari miei, indossare i collant va principalmente a vantaggio di chi li utilizza!! Non c'è niente come la sensazione fantastica che si prova: i collant sono caldi, morbidi, confortevoli, comodi, belli, e alcuni combattono anche eventuali problemi circolatori o di vene varicose, per chi è costretto a lavorare tutto il giorno in piedi o incollato alla scomoda sedia di un'altrettanto scomoda scrivania, vogliamo parlare poi dell'annoso problema dei calzini spaiati che sembrano disperdersi nei meandri della lavatrice ad ogni ciclo? Con i mantyhose, problema risolto!

Piuttosto anacronistici quindi i commenti di chi si pone a difesa di un presunto baluardo di femminilità.

Certo i collant maschili, in effetti, non possono purtroppo (ancora) completamente accedere alla funzione di fruizione estetica ed estatica, di cui le calze da donna ancora detengono il monopolio. L’unica opzione percorribile è, in effetti, quella dei pantaloni corti, capo che però non pare riscuotere ultimamente un grande successo. Mai dire mai! Per ora lasciamo il privilegio di bearsi di tale visione seduttiva o meno che sia, a chi, nell’intimità, ne sia il diretto beneficiario.

E noi nel frattempo monitoriamo l’evoluzione degli eventi!

Login to post comments

Log In or Register