Estate 2018: i 6 prodotti di culto consigliati da Stefano Bongarzone

  • Published in
  • Published in News

L'estate finalmente è arrivata e siamo tutti pronti per le meritate vacanze: chi prima, chi dopo, anche se restiamo in città tutti siamo pronti a sfoggiare il nostro costume da bagno all'ultima moda mentre prendiamo beatamente la tintarella sul lettino in spiaggia.
Tutti abbiamo gusti diversi e destinazioni preferite, ma si sa, con l'arrivo del caldo sogniamo tutti lo stesso luogo, fonte di divertimento per i più piccoli e di relax e benessere per i più grandi: il mare.
Ma anche se tutti siamo più rilassati e l'abbronzatura aiuta a nascondere tanti difetti non possiamo dimenticarci della cura del nostro corpo, anche perchè sappiamo bene quanto il mare e la salsedine incidano sull'idratazione della nostra pelle e dei nostri capelli

Oggi, quindi, vi parleremo di 6 prodotti consigliati da 
Stefano Bongarzone, consulente di stile sempre attento ai bisogni delle donne, per poter vivere un'estate davvero da sogno e sempre in forma, non rischiando così di ritrovarci la sera ad avere dei capelli più appropriati per un festival rasta ed una pelle perfetta da grattuggiare.

Signature Moisture Masque di Oribe: capelli stopposi, sfibrati e poco idratati? Ci pensa Oribe a prendersi cura di voi. La Signature Moisture Masque è un vero proprio trattamento di bellezza perfetto per nutrire e ristrutturare i capelli; questo prodotto, realizzato con ingredienti di altissima qualità, contiene la “Signature Complex” (composto da estratti di anguria, lychee, kaempferia galanga, ambra e girasole) ed è arricchita da cheratina, cheratina idrolizzata, olio di macadamia e burro di mango selvatico. Ovviamente priva di parabeni e cloruro di sodio., la sua consistenza è così leggera che non appesantisce il capello, ridandogli nuova vita e proteggendoli da smog e raggi UV.
Usatelo ogni giorno se avete molti capelli, meno spesso se li avete fini, ma vi assicuro che il risultato finale sarà strepitoso e non potrete più farne a meno

Healthy Tan Secret - Stimolatore abbronzatura Bakel
: prendete l'abbronzatura senza applicare nulla sulla pelle? Non c'è niente di più sbagliato. Perchè il sole ci dona la vitamina D e ci dà una diffusa sensazione di piacevolezza, ma i suoi raggi spesso sono troppo forti per poter essere presi in maniera così diretta. La Healthy Tan Secret è una crema da applicare prima della protezione solare ed è indispensabile per chi vuole un'abbronzatura intensa e luminosa, rafforzando inoltre le difese naturali e proteggendo naturalmente la pelle dai raggi UV.
Consigliatissima per tutta la famiglia.

Nashi Argan Shampoo After Sun: un altro grande aiuto per chi ha sempre problemi con i capelli, che inevitabilmente vengono danneggiati dal sole, è lo shampoo Nashi After Sun, detergente delicato ideale da usare nella stagione estiva al mare, in città e in tutti i casi in cui i capelli sono esposti al sole. Ricco di filtri UV e vitamina E, questo shampoo protegge il colore ma ripara e mantiene elastiche le fibre dei capelli. Che altro dire? Abbiate sempre cura dei vostri capelli!

Philip Martin's Tommy's Licorice Mint: i dentifrici sono tutti uguali? Assolutamente no. Ed alcuni donano un risultato finale davvero inaspettato. E' il caso del dentifricio eco-bio di Philip Martin's, indicato per l’igiene orale quotidiana. Realizzato solo con ingredienti naturali come la calendula, ha un’azione rinfrescante, idratante e lenitiva che lo rendono ideale per tutti. Ha inoltre un comodissimo erogatore che permette di non sporcare ed usare il prodotto con grande facilità. Da provare.

Stefano Bongarzone - Acqua di profumo: un prodotto adatto a tutte le occasioni, rinfrescante e con una piacevole profumazione. L'acqua di profumo è ideale per tutti coloro che durante la stagione calda non vogliono rinunciare ad un momento di freschezza. Disponibile in due profumazioni in base ai gusti: il primo è Oriental Spices, essenza femminile che alterna freschezza e femminilità, una piramide olfattiva complessa per un’acqua che vive la magia della sensualità con fiori agrumi e spezie. Oriental Spices nasce dall’esigenza di avere una fragranza decisa, sontuosa e mistica allo stesso tempo, con un’ampia escursione olfattiva che inizia con una nota agrumata e aromatica per trasformarsi in un’avvolgente emozione floreale speziata, per concludersi con un effetto legnoso-orientale; il secondo è Saintes Maries De La Mer, una fragranza soft che inonda il corpo per viverne una freschezza estiva con un retrogusto salino in un rito da ripetere più volte durante il giorno. Frutta e spezie si alternano come in una bilancia di precisione, anche quando le essenze legnose vivono all’ombra degli agrumi delicati. Una fragranza amica del sole, adatta a vivere la stagione calda per tutto l’anno.

Redken Shades EQ: concludiamo i consigli di oggi con una colorazione senza ammoniaca adatta per trattare il tono su tono dei capelli, un po' più tecnico rispetto al resto dei prodotti e per questo da utilizzare esclusivamente dal parrucchiere. Questa rappresenta la colorazione più versatile ed efficace in grado di mantenere e preservare il capello sano, donando massima brillantezza. Non contenendo ammoniaca, infatti, il fusto del capello non viene aggredito da sostanze dannose, le quali rischiano di disidratarlo e renderlo più fragile. Ciò migliora di molto l’aspetto a lungo termine dei capelli, i quali sono più resistenti e meno inclini a formare le odiatissime doppie punte. 

Potete trovare tutti questi fantastici prodotti presso “Bongarzone” in via Agri 26 a Roma!

Il Rientro

  • Published in
  • Published in Rubriche

Bon Ton e società… Il rientro.

La coda interminabile sulla A1 , tratta Napoli-Roma, è davvero una tortura: la macchina scotta, l’acqua da bere si è lessata, l’aria condizionata ha smesso di funzionare da un bel po’.

La conferenza

  • Published in
  • Published in Rubriche

LADY ORNY

 

Due chiacchiere di Bon Ton

 

La conferenza .

Dove s’intende qualunque tipo di riunione di illustri signori e signore abbarbicati su eleganti quanto scomodi trespoli di seta e oro , gli sguardi univocamente convergenti con devozione verso il fondo dell’ambiente, da dove, dietro un tavolo, una persona sola, in piedi, parla, tra un religioso assoluto silenzio.

Il parlante ha davanti sul tavolo una bottiglia d’acqua minerale e un bicchiere: ogni tanto s’interrompe, beve per cinque interminabili secondi – sembra che il tempo si fermi . Poi, in un silenzio ancor più profondo, riprende a parlare di qualsivoglia cosa, tanto nessuno si accorge di cosa realmente dica. Già, perché un conto è guardare al parlante con la doverosa e concentrata attenzione, un conto è far andare il cervello a zonzo tra l’ultimo film, l’ultimo abito della Topazia al reading dell’altroieri – di un cafonesco da schifo - le ultime borse di Fendi, e ce la farò mai domani a organizzare il burraco ?!

Il parlante parla, parla, gesticola anche, con accorta misurata eleganza. Gli udenti accennano con la testa un educato assenso, mentre cominciano ad agitarsi sugli scomodi trespoli. Una signora apre cauta la borsa, vi ciancica dentro disperata fino al rinvenimento del bramato ventaglio, anch’esso di seta e oro, con cui comincia delicatamente a farsi aria. Pausa. Silenzio assoluto. Ha finito? I colli si tendono, speranzosi… Macché, ha solo bevuto. Quindi il parlante ricomincia a parlare. Eccheppalle! E qui stasera faremo le otto, arriverò tardi dai Torlonia, così i Colonna si spareranno tutti gli stuzzichini che mi piacciono tanto…La signora col ventaglio smette un attimo di sventagliarsi, e solleva dal grembo il libro che dianzi vi aveva poggiato, di cui tanto il parlante sta parlando. Come s’intitola? Ah, ecco, “Gli algoritmi della resilienza”…accidenti a lui, devo pure ricordare di farmelo firmare prima di uscire, altrimenti capace che se lo ricorda che mi sono dimenticata, quando poi fa l’esame al mio Richi. E riprende placida a sventagliarsi…..

 

Evviva gli sposi

  • Published in
  • Published in Rubriche

 

Lady Orny

Due chiacchiere sul bon ton

 

Evviva gli sposi!!!......

 

Matrimonio è bello. In chiesa, in municipio, in città, in campagna, omo, etero, non importa come. La ritualizazzione ufficiale dell’unione tra due persone che si amano e lo vogliono gridare al mondo intero, merita una gran festa: tanti fiori, per aria , per terra, lungo il red carpet. Musiche solenni ( Packebel, Wagner ) o festose ( Schubert ), attese, chicchi di riso come una pioggia di perle inondate dal sole, campane a distesa. E tanta gente, amici, nemici, gelosi, invidiosi, non importa. Purché siano tanti, allegri e eccitati, eleganti, profumati, emozionati, cappelli a larghe falde , qualche cilindro, veli di chiffon al vento e colori, colori, colori…. Che sia l’immagine di Pippa Middleton col suo regale abito bianco e il suo lui in scuro, in un turbinìo di piccoli principi, o dell’on. Ivan Scalfarotto, radioso in tight, accanto al suo lui anch’egli radioso, rigorosamente in scuro. Ai miei tempi andava di gran moda il matrimonio minimal, chiesetta di campagna solitaria, h 6 del mattino, solo genitori e testimoni, poi via per la luna di miele in grande anonimato. In Europa la nostra generazione ha avuto l’occasione – unica nella storia - di vivere per un settantennio in un mondo senza guerre, ricco o quantomeno agiato, in cui magari non lo sapevamo, ma avevamo tutto : amore, casa, speranze, progetti, futuro . Perciò ci si poteva concedere il lusso di snobbare i riti matusa, e di girare in jeans sdruciti e cenci vari , genere hippy : era un gioco protetto, con le spalle al sicuro. Oggi in cui il mondo è povero, ed è in guerra globale anche se non dichiarata. Oggi in cui l’odio gira per le strade in pullman, ma anche a piedi, anche da solo e accoltella chi passa, e con lui, ogni progetto di futuro e di speranza. Questo oggi ha più che mai bisogno di favole, illusioni, bellezza : insomma festa. Anche solo per un giorno.

 

 

 

Subscribe to this RSS feed

Log In or Register